Facendo un giro in libreria, vi sarà sicuramente capitato di imbattervi nel libro “La dieta...

08.06.2012 03:06
Bath Salts, la droga che rende cannibali: paura a Miami

Allarme negli Stati Uniti per la droga che rende cannibali. Si chiama "Settimo Cielo", "Sali da bagno" o "droga degli zombie" ed è una nuova droga sintetica appena affacciatasi sul mercato statunitense. La polizia di Miami ha lanciato un allarme contro questa droga che sarebbe in grado di suscitare dei veri e propri attacchi di cannibalismo a chi la assume. Un effetto collaterale pesante ed incontrollabile, soprattutto a dosi elevate. Sono già due i casi ad aver impensierito i media e le forze dell'ordine. Il primo è quello dell'haitiano Rudy Eugene, 31 anni, che ha ridotto in fin di vita un senza tetto divorandogli il volto dopo aver assunto la sostanza stupefacente. Il caso, chiamato dai media "attacco zombie", ha fatto scalpore. Subito dopo c'è stato il caso di Brandon De Leon, una ragazzo di 21 anni che, fermato dalla polizia, ha minacciato di mangiarsi gli agenti e ha anche cercato di azzannare la mano ad uno dei poliziotti. De Leon era stato fermato dopo che, in un ristorante, aveva cominiciato ad insultare gli ospiti. Prelevato e messo in un'auto della polizia, ha rotto il finestrino e minacciato gli agenti di volerli mangiare. Al commissariato ha cominciato a grugnire e a cercare di mordere gli agenti, al punto che in attesa che l'effetto della droga svanisse al ragazzo è stata messa una maschera anti-morsi. La tensione è alta a Miami. In Italia, però, sono state fatte alcune precisazioni. Il Ministro della Salute, Andrea Riccardi, ha detto: ""Dobbiamo precisare che la sostanza cosiddetta 'bath salts' in realtà è un termine generico che indica prodotti sottoforma di polvere bianca oppure giallina, talvolta anche cristallina, commercializzata su internet come sale da bagno. Sostanza che è stata individuata dal Sistema di Allerta del DPA anche in Italia e già posta fuori legge". Anche Giovanni Serpelloni, capo del Dpa, ha detto: "Si è visto che polveri analoghe, anche vendute sotto lo stesso nome contengono droghe sintetiche del tipo catinoni, ma non sempre dello stesso tipo né nella stessa concentrazione. I catinoni sintetici vengono venduti anche come fertilizzanti. Queste sostanze, tra cui il famoso mefedrone, responsabile di numerosi decessi nel nord Europa, sono analoghe alle amfetamine. Si tratta quindi di stimolanti del sistema nervoso centrale della cui tossicologia e in generale del profilo farmacologico si sa ancora poco. In relazione quindi alla segnalazione sul cannibalismo fatta in queste ore, non ci risultano ancora risultati analitici ufficiali dal governo americano né evidenze scientifiche, che esistano droghe che causino un comportamento aggressivo cosi specifico. Spesso la fantasia supera la realtà".

Marco Alberio
Italia Media srl.